Perchè voto Roberto Placido

Dal mondo della politica arrivano stimoli di ogni genere e spesso il risultato della confusione genera delusione.

Questa premessa è importante quanto presentarci a te per quello che veramente siamo: giovani professionisti, ricercatori universitari, lavoratori (spesso precari) del privato e del pubblico, accomunati dalla necessità di costruire il nostro futuro e quello del nostro Paese e uniti dalla stessa connotazione anagrafica. 

Nessuno di noi infatti, supera i quaranta anni di età. 

Alcuni di noi vivono, inoltre, le difficoltà di chi ha perso il lavoro e fatica a ritrovarlo, di chi deve mandare i propri figli all’asilo pagando rette impossibili, di chi si è trovato costretto a tornare dai genitori.

Pensare gli under40 come un blocco indistinto di individui menefreghisti e disillusi è troppo pessimista, noi non la pensiamo così. Tra di noi si nascondono passioni, talenti, competenze, voglia di credere nel cambiamento. 

Siamo una generazione esclusa da ogni decisione, scaricata da uno Stato debole, priva di sicurezze e combattiamo quotidianamente privilegi, rigidità, rendite di posizione, poco ricambio generazionale, scarso coinvolgimento delle persone. 

Eppure non possiamo fare “di tutta l’erba un fascio” perché noi abbiamo visto alcune persone lavorare sodo e raggiungere risultati politici molto importanti per i nostri territori e per le persone che li vivono. 

Tra questi, senza dubbio, c’è Roberto Placido, Vice Presidente del Consiglio regionale, Presidente della Consulta Giovani e candidato alle Europee per il Partito Democratico.

Roberto si è occupato di molti temi relativi ai nostri “mondi”: politiche giovanili, lavoro atipico, ricerca e innovazione, internet e nuove tecnologie, eventi culturali e musicali. 

L’interesse per queste materie gli deriva da un’effettiva esperienza personale. 

Molti di noi – ma non tutti – si riconoscono nella Politica riformista e progressista. Quello che accomuna tutti, invece, è credere nell’importanza delle istituzioni Europee, nell’occuparsi di questi temi e nel fatto che la stessa Unione Europea sia dotata degli strumenti e degli spazi per farlo.

Un esempio su tutti, l’importanza della “strategia di Lisbona” che vuole fare dell’Unione Europea la più competitiva e dinamica economia della conoscenza entro il 2010. 

Siamo sicuri che Placido, per il suo carattere personale, ancor prima che come politico, sarà un riferimento continuo e presente in questi campi come ha sempre fatto e come molti possono testimoniare. 

Perchè Roberto Placido c’è, ci ascolta e ci risponde. 

Per questo, nel rispetto delle tue opinioni, ti chiediamo di sostenerlo, votarlo e farlo votare barrando il simbolo del Partito Democratico e scrivendo “PLACIDO” sulla scheda grigia. 

Si vota sabato 6 giugno dalle ore 15 alle ore 22 e domenica 7 giugno dalle ore 7 alle ore 22.

La politica fatta nei palazzi non ci interessa, se vuoi puoi contattare Roberto in qualsiasi momento, ti risponderà di persona su: 

www.robertoplacido.it 

Facebook, unendoti al gruppo dei fan della sua pagina 

mail@robertoplacido.it 

www.twitter.com/RPlacido 

www.friendfeed.com/robertoplacido 

1 Comments

  1. Madonna come godo…Fate una cosa di sinistra adesso….ANDATE A LAVORARE visto che non avete mai lavorato in vita vostra!

Leave a Comment.