CONSIGLIO COMUNALE LUNEDI 22 DICEMBRE

fotogru02[1]Il Consiglio Comunale di Grugliasco è convocato per lunedì 22 dicembre, alle 20, nell’aula “Sandro Pertini”, al primo piano del municipio, in piazza Matteotti 50. All’ordine del giorno, predisposto dal presidente Florinda Maisto, la comunicazione del prelievo dal fondo di riserva anno 2014; le interrogazioni; il regolamento dell’albo delle associazioni, enti, istituzioni e per la concessione di benefici finanziari, vantaggi economici, di spazi, immobili e attrezzature comunali. Approvazione modifiche e integrazioni; l’approvazione del nuovo regolamento della biblioteca civica Pablo Neruda; l’aggiornamento del piano regolatore cimiteriale. Approvazione elaborati progettuali; il regolamento comunale orti urbani. Modifiche e integrazioni; adempimenti ex legge 6 agosto 2008, n. 133 ed ex legge 27 dicembre 2013, n. 147, in materia di personale delle società controllate dal Comune di Grugliasco; la mozione presentata da Massimo Casa (Movimento 5 Stelle) ad oggetto “Il Gerbido non deve diventare discarica d’Italia”; mozione di Massimo Casa avente ad oggetto “Orario di convocazione Consiglio Comunale”; mozione dei consiglieri Raffaele Bianco, Onofrio Carioscia, Franco Gueli, Antonio Pasqualino e Franco Zerbin “Indirizzi per il conferimento e gestione dei rifiuti presso il termovalorizzatore del Gerbido a seguito della conversione in legge del decreto “Sblocca Italia”. Alle 19 è previsto il question time. La riunione del Consiglio è pubblica ed i cittadini sono invitati ad assistervi.

Bolliti al Traguardo

bollito-carneSe non fosse una situazione drammatica ci sarebbe da ridere, si, perchè non più tardi di ieri, (domenica 14 dicembre), anzichè godersi una bella domenica di dicembre, senza pioggia e nemmeno tanto fredda, la collega Elena Giargia, si metteva davanti al PC e scriveva.
La collega, eletta nel 2012 alle comunali con ben 67 voti nella lista degli Ecologisti e Reti Civiche Grugliasco, nel 2014 era candidata al Parlamento Europeo e, senza nessun altro candidato locale, è riuscita a prendere in Città la bellezza di 63 preferenze, 4 in meno rispetto la precedente prova elettorale. con un’intera coalizione a farle campagna elettorale! Se non sono soffisfazioni queste…
In ogni caso, la consigliera con la passione per la scrittura, ha cominciato la solita filippica sulla sesta commissione, storiella che potete leggere voi stessi cliccando QUI.
La cosa bella, che però mette tanta tristezza, è che oggi dopo tante richieste di convocazione la consigliera non si è presentata. Come lei gran parte dell’opposizione.
Giusto per la cronaca, quei cattivoni della Maggioranza, hanno dovuto aspettare per mezz’ora le grazie dell’Opposizione (che non è la minoranza). Potevamo aprire e chiudere la commissione, abbiamo però avuto pietà per gli assenti ed abbiamo sperato che arrivasse qualcuno… Ancora una pessima e ridicola figura. Chissà se racconteranno anche questo alle centinaia, anzi, alle migliaia di cittadini che ogni giorno li contattano!

Dal 15 dicembre a Grugliasco, sconti grazie agli Ecopoint

unnamedDal 15 dicembre prossimo entreranno in funzione, sul territorio di Grugliasco, due macchine eco-compattatrici presso le quali i cittadini potranno conferire bottiglie e flaconi in plastica, oltre che lattine in alluminio. Tali rifiuti, infatti, non finiranno in discarica, ma saranno ridotti di volume dall’eco-compattatore Garby (fino all’80% del volume), poi imballati e infine trasportati alle aziende di trasformazione per diventare nuova risorsa. All’inserimento dei materiali da riciclare da parte del cittadino, operazione estremamente facile ed intuitiva, l’eco-compattatore rilascerà uno scontrino, o se si vuole un eco-bonus, abbinato a delle promozioni offerte dagli esercizi pubblici convenzionati con l’iniziativa. In altre parole, ogni conferimento “virtuoso” darà diritto ad un piccolo sconto sugli acquisti. In questo modo gli eco-compattatori “Garby” contribuiscono ad alimentare il circuito del riciclo, incentiva il cittadino con una serie di risparmi sulla spesa e dà modo alle attività locali, essendo anche un veicolo promozionale, di farsi conoscere sul mercato e incrementare la loro clientela.
I due eco-compattatori si trovano:

  • in Largo Polesine (area parcheggio dell’ufficio postale)
  • in Piazza 1° Maggio (area verde).

STUDIO ASSISTITO NELLE SCUOLE GRUGLIASCHESI GRAZIE AL PROGETTO GIOVANI

Teacher and studentTorna il progetto “Studio Assistito”, promosso dall’Assessorato alle Politiche Giovanili, che si realizza ormai da 5 anni in collaborazione con gli istituti secondari di primo e secondo grado del territorio. Quest’anno l’attività si svolge in due centri di aggregazione e coinvolge 40 giovani volontari delle scuole superiori (M.Curie, Vittorini e Majorana) e 49 studenti delle scuole medie a cui il servizio è rivolto (Gramsci-Europa Unita, 66 Martiri e C.Levi). L’intervento intende favorire una diffusione della cultura del volontariato e contribuisce a lavorare sul senso di responsabilità e sull’autonomia dei giovani partecipanti. Il percorso è seguito dagli operatori socio-culturali della cooperativa San Donato, che curano la formazione, il monitoraggio e la valutazione dell’intera esperienza. Il progetto si svolge tutti i martedì pomeriggio dalle 15,30 alle 17,30 seguendo il calendario scolastico per l’intero anno presso il Centro Civico di Borgata Fabbrichetta, Via Di Nanni 28 e il Centro Civico di Borgata Paradiso, Viale Radich 6. Per ulteriori informazioni sulle iniziative del Progetto Giovani è possibile contattarci all’indirizzo mail: grugliascogiovani@gmail.com

GRUGLIASCO: DAL 1 DICEMBRE DOMANDE PER L’ASSEGNAZIONE DEI CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO AL CANONE DEGLI AFFITTI

200318031-001Il Cisap, Consorzio Intercomunale dei Servizi alla Persona dei Comuni di Collegno e Grugliasco – nel periodo compreso tra l’1 dicembre 2014 e il 26 gennaio 2015, procederà alla raccolta e all’istruttoria delle domande per l’assegnazione dei contributi di sostegno al canone di locazione relativi all’anno 2013, come previsto dal Bando del Comune di Collegno.
Possono presentare domanda i cittadini residenti nei Comuni di Collegno e Grugliasco alla data del 2 ottobre 2014 che, nell’anno 2013, abbiano abitato in un alloggio in affitto (la cui categoria catastale rientri tra quelle non escluse), in possesso di un ISEE in corso di validità non superiore ad 6.186,00 euro, rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione corrisposto sia superiore al 50%. Si ricorda che il canone di locazione da considerare è quello relativo all’anno 2013 costituito dal canone o dalla somma dei canoni effettivamente corrisposti, risultanti dal contratto di locazione intestato al richiedente e regolarmente registrato, al netto degli oneri accessori e di eventuali morosità.

Non possono accedere al fondo:

  1. i conduttori di alloggi di categoria catastale A1, A7, A8, A9 e A10;
  2. gli assegnatari di alloggi di edilizia sociale e i conduttori di alloggi fruenti di contributi pubblici;
  3. i conduttori di alloggi che abbiano beneficiato di contributi erogati dalla Regione Piemonte per contratti stipulati nell’anno 2013 tramite le Agenzie sociali per la locazione (Art. 11, L. 431/98);
  4. i conduttori all’interno del cui nucleo siano presenti diritti esclusivi di proprietà (salvo che si tratti di nuda proprietà), usufrutto, uso e abitazione su uno o più immobili di categoria catastale A1, A2, A7, A8, A9 e A10 ubicati in qualsiasi località del territorio nazionale;
  5. i conduttori all’interno del cui nucleo siano presenti diritti esclusivi di proprietà (salvo che si tratti di nuda proprietà), usufrutto, uso e abitazione su uno o più immobili di categoria catastale A3 ubicati nel territorio della provincia di residenza.
  6. i cittadini di uno Stato non appartenente all’Unione Europea, non residenti da almeno dieci anni in Italia, o da almeno cinque in Piemonte.

Concorre a determinare l’esclusività del diritto di proprietà, usufrutto, uso e abitazione, di cui ai punti 4 e 5, anche la somma dei diritti parzialmente detenuti dai componenti il medesimo nucleo.
Il nucleo che viene considerato per determinare eventuali cause di esclusione è quello anagrafico alla data del 2 ottobre 2014.
Possono accedere al fondo (oltre ai cittadini italiani e di Stati appartenenti all’Unione Europea) anche i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea che alla data del 2 ottobre 2014 siano residenti da almeno 10 anni in Italia o da almeno 5 anni nella Regione Piemonte.
Le domande, sottoscritte dall’intestatario del contratto e redatte esclusivamente su apposito modulo, potranno essere consegnate a mano presso la sede centrale in via da Vinci,135 a Grugliasco, dal lunedì al giovedì dalle 9 alle 11 e il martedì anche dalle 14 alle 16 (esclusi 11, 24, 31 dicembre 2014 e il 2 gennaio 2015), o inviate per posta tramite raccomandata A/R entro il termine del 26 gennaio 2015 (farà fede la data del timbro postale di spedizione).

A seguito dell’istruttoria delle domande, il Consorzio provvederà alla pubblicazione degli elenchi provvisori dei beneficiari e degli esclusi agli Albi Pretori on line del C.I.S.A.P. e dei Comuni di Collegno e Grugliasco dal 16 marzo 2015 e fino al 26 marzo 2015. Nei giorni di pubblicazione degli elenchi sarà possibile presentare ricorso al Direttore Generale del C.I.S.A.P. unicamente in riferimento ad errori materiali e non a condizioni non segnalate dal richiedente. Il Direttore Generale del C.I.S.A.P., dopo aver assunto le decisioni circa l’accoglimento o il rifiuto degli eventuali ricorsi, approverà con propria determinazione gli elenchi definitivi.

La modulistica sarà disponibile sul sito del C.I.S.A.P (www.cisap.to.it) e sui siti dei Comuni di Collegno (www.comune.collegno.gov.it) e di Grugliasco (www.comune.grugliasco.to.it).

La modulistica sarà inoltre distribuita, per i cittadini grugliaschesi, presso:
– Sportello alla città Comune di Grugliasco Piazza 66 Martiri 2
Dal lunedì al venerdì
dalle 9 alle 16 (chiuso il 2 gennaio 2015)
– C.I.S.A.P Via L. Da Vinci, 135
Dal lunedì al venerdì
dalle 9 alle 16 (chiuso il 2 gennaio 2015)
Moduli e domanda scaricabili all’indirizzo:

www.comune.grugliasco.to.it

Numeri legali e dietrologie Grugliaschesi

fotogru021Martedì c’è stato un Consiglio comunale abbastanza anomalo: dei 24 consiglieri ne mancavano 14. In realtà ne mancavano solo 7 (5 della maggioranza e 2 dell’opposizione), gli altri erano fisicamente presenti ma evidentemente pensavano di fare il bene della comunità non inserendo la tessera facendo mancare di fatto il numero legale.
Riesco a scrivere queste poche righe di spiegazione solo ora perchè il tempo é poco e curo il blog nei pochi momenti di tempo libero che mi rimangono.
Certo, non è stata una bella figura: non me la sento però di prendermela con nessuno (della maggioranza) perchè quasi tutti avevano una buona motivazione per l’assenza. Gli assenti del PD, Mortellaro e Forgione, erano a lavoro, così come Pasqualino, consigliere dei Moderati impegnato presso la propria attività commerciale.
Posso essere arrabbiato con chi lavora e non ha particolari tutele? Certo che no, da capogruppo infatti mi sono limitato a chiamarli per capire il motivo della loro assenza. Una volta venuto a conoscenza del loro impedimento, non ho potuto fare altro che sperare arrivassero entro le 19,00.
Nessun ghigno, nessun tentativo di accordo, nessuna particolare preoccupazione. Gli unici ad agitarsi erano proprio quelli dell’opposizione che pensavano già alle stronzate che avrebbero potuto raccontare a cittadini ignari delle loro elucubrazioni e dei racconti di fantasia con i quali hanno abituato la cittadinanza.
Bisogna raccontare ai cittadini che leggono, che i colleghi dell’opposizione non sono campioni di presenza, che è capitato pure a loro di aver impegni, contrattempi e spesso svogliatezza (basta contare quante volte sono andati via prima della chiusura del consiglio), bisognerebbe raccontare delle loro ripetute assenze nelle commissioni consiliari o alle conferenze capigruppo.
Vorrei solo sottolineare un aspetto simpatico di tale vicenda: della delegazione grillina ne mancavano la metà, quindi non penso possano dichiararsi moralmente superiori, dei 4 eletti, ben 2 erano assenti chissà per quale motivo, chissà!
In ogni caso, a nome del mio Gruppo consigliare, chiedo scusa ai cittadini presenti ed a quelli che hanno dato la fiducia a Noi e non ad altri perchè meno credibili di Noi. Chiedo scusa anche a quelli che non ci hanno votato ma che ci voteranno la prossima volta delusi dalla pessima gestione dei loro rappresentanti.
Ma noi, siamo aperti ad un loro ripensamento sul modo di intendere l’opposizione. Ci sono 2 anni e mezzo alle elezioni del 2017 e potrebbe accadere l’impossibile per rendersi virtualmente competitivi. Per ora rimaniamo scettici.

PS
giusto per la chiarezza, qualora la maggioranza assumesse l’atteggiamento dell’opposizione, non si svolgerebbe nessuna 6^ commissione, quella tanto amata dalla minoranza ;) ma noi, si sa, siamo diversi da loro: rispettiamo sempre le istituzioni.

NUOVO SERVIZIO DI CONSEGNA DELLE RICETTE MEDICHE A DOMICILIO

ricettaAl via un nuovo servizio di consegna delle ricette mediche a domicilio. Questa l’iniziativa della Città di Grugliasco attraverso l’Assessorato al Welfare e del Cisap (Consorzio intercomunale dei servizi alla persona). Il servizio è diretto a ultrasettantenni di Grugliasco ed è effettuato dal gruppo VPP ossia Volontari Porta a Porta, che mettono a disposizione il loro tempo per realizzarlo. «Da circa un anno, infatti, alcuni volontari formati appositamente – spiega l’assessore alle politiche sociali Anna Maria Cuntrò – si sono resi disponibili per svolgere attività quali aiuto o accompagnamento per fare la spesa, visite in casa o compagnia nello svolgimento di piccole commissioni, effettuare piccole manutenzioni o pulizie, a favore di anziani segnalati dai servizi sociali». Tra questi servizi che svolgono è stato previsto di estendere a tutti i cittadini ultrasettantenni la possibilità di farsi aiutare da un volontario per il ritiro delle prescrizioni mediche (ricette e impegnative) presso lo studio del medico curante, e per la consegna a casa all’interessato e nel caso di medicinali gratuiti anche il ritiro in farmacia.
«Un progetto – continua l’assessore Cuntrò che dimostra ancora una volta quanto la comunità grugliaschese sia attenta alla solidarietà verso i propri concittadini in un contesto di crisi economica che colpisce duramente le famiglie, ma soprattutto gli anziani con difficoltà».

Il servizio può essere richiesto da cittadini grugliaschesi soli o con figli conviventi lavoratori, facendo pervenire all’Ufficio Sicurezza Sociale un modulo di adesione al servizio disponibile sul sito internet o allo Sportello alla Città. Una volta iscritti, per ricevere a casa la prescrizione medica, è sufficiente telefonare al numero 011 4013333 oppure mandare una mail all’indirizzo sicur.sociale@comune.grugliasco.to.it. A seconda della zona, del medico e degli orari sarà incaricato un volontario che si farà preparare la prescrizione e la porterà a casa dell’interessato previo contatto telefonico. La richiesta deve essere fatta almeno una settimana prima dell’effettivo bisogno.

Alcuni dati del servizio:

I VPP Volontari Porta a Porta sono stati 19 e operano minimo una mezza giornata alla settimana. Con l’avvio del servizio di “ricette porta a porta” si pensa di coinvolgere anche altri gruppi di persone.

Finora gli anziani coinvolti sono stati solo quelli segnalati dai servizi sociali a cui sono state offerte molte attività. In tutto i nominativi segnalati sono stati circa 30. Estendendo il servizio a chiamata potrebbero essere molti di più perchè gli ultrasettantenni a Grugliasco sono numerosi.

Il servizio esteso a tutti partirà a metà novembre. Nel mese di ottobre sono stati informati i medici ed è partita la sperimentazione. Per i 30 utenti già in carico la consegna delle ricette è un’attività ormai consolidata.

Prima dell’inizio dell’attività i volontari svolgono tre incontri di gruppo e un colloquio individuale. Durante l’attività, invece, seguono altri 3 incontri nell’anno di verifica e formazione.

I volontari non percepiranno nulla. Molto probabilmente sarà consegnato loro un buono omaggio da spendere in alcuni negozi della città per ringraziarli del loro importante operato.

RIMBORSI SULLA TASSA DEL SUOLO PUBBLICO E SULLA RACCOLTA RIFIUTI PER I COMMERCIANTI: NOVITA’ DAL 2015

fiducia-commerciantiVantaggi per chi aprirà una nuova attività a commerciale a Grugliasco. L’Amministrazione Comunale ha, infatti, deciso di rimborsare a chi farà questo passo il 100% della tassa di occupazione del suolo pubblico e del costo della raccolta rifiuti. Un’operazione che, come spiega l’Assessore al Commercio Salvatore Fiandaca, è possibile grazie all’utilizzo degli oneri di compensazione per le aperture di nuovi centri commerciali. In tutto quasi 100mila euro, che serviranno a dare un incentivo all’incremento del commercio a Grugliasco. «Sarà un’operazione che non costerà un centesimo al bilancio della Città – spiega Fiandaca – e che va nella direzione intrapresa lo scorso anno, quando avevamo deciso di rimborsare l’80% della tassa di occupazione del suolo pubblico, ma avevamo avuto poche adesioni perché eravamo partiti tardi. Quest’anno, con il rimborso del 100%, speriamo di avere una risposta più ampia, perché le condizioni per far davvero risparmiare i commercianti ci sono». Quindi due tipi di rimborso: per le nuove aperture rimborso del 100% della tassa occupazione suolo pubblico e raccolta rifiuti, per il commercio esistente rimborso del 100% della tassa occupazione suolo pubblico. Ed ecco i numeri per esemplificare l’entità del risparmio: un bar esistente con dehors di 50 metri quadrati, aperto sei mesi all’anno dalle 8 alle 20 risparmierà circa 1500 euro e se è una nuova apertura per la raccolta rifiuti avrà un rimborso di quasi 2500 euro.

RIMBORSO DELL’80 PER CENTO AI COMMERCIANTI PER L’OCCUPAZIONE DEL SUOLO PUBBLICO

tosapLa giunta comunale ha deciso di rimborsare l’80 per cento delle spese per la Tosap, ossia per l’occupazione temporanea del suolo pubblico con i dehors dei bar e dei ristoranti, che potranno installarne uno nuovo o ampliare quello che hanno pagando solo il 20% della tariffa, ma anche con materiale pubblicitario e informativo o con le tende da sole. La decisione prende le mosse dalla constatazione che la crisi si sta abbattendo in maniera pesante sugli operatori e si configura quindi come un segno di attenzione in un momento molto difficile. Le risorse per coprire questo rimborso sono parte di quelle derivanti dagli oneri aggiuntivi di centri commerciali realizzati in altri comuni limitrofi e che sono destinati alla valorizzazione del commercio locale. La norma non riguarda le attività commerciali di medie e grandi superfici, né quelle situate nei centri commerciali, ma soltanto esercizi di vicinato di somministrazione alimenti e bevande (bar e ristoranti) e di artigianato di servizio alla persona (gelaterie, rosticcerie…). “Non è molto, ma è un gesto concreto – afferma l’assessore al Commercio Salvatore Fiandaca – Chi ha già pagato la tassa potrà chiedere il rimborso”. Gli interessati dovranno presentare la richiesta di rimborso al Settore Sviluppo Compatibile – sezione attività economiche, utilizzando l’apposito modulo contenente codice fiscale del richiedente e numero di conto corrente bancario su cui accreditare il rimborso entro il 31 dicembre 2014. Entro il 28 febbraio 2015 si procederà alla liquidazione del rimborso.

Cultura? A Grugliasco è roba da spot e campagna elettorale

imagesIeri era convocata la Quinta commissione “Attività sociali e pubblica istruzione”. L’ordine del giorno dei lavori, predisposto dal presidente della commissione, Antonio Pasqualino, prevede l’approvazione del regolamento della biblioteca comunale; l’aggiornamento delle attività culturali per il 2014 e la correzione del regolamento per le associazioni.
Non ci crederete mai, ma gli esperti della Cultura, quelli che avrebbero fatto sicuramente meglio delle ultime amministrazioni non c’erano.
Non c’era NESSUN consigliere di Grugliasco Democratica (Cerutti e Turigliatto), non c’erano manco gli Ecologisti – Reti Civiche (Giargia). Strano!
E pensare che nelle ultime settimane erano tutti affannati a spiegare al mondo intero come “gli altri” distruggono i teatri e sempre come “gli altri” raccontino balle.
I più maliziosi sostengono che essendo un venerdì pomeriggio bisognava considerare già Weekend, loro invece ci spiegheranno che non c’erano per protesta o perchè troppo impegnati a salvare il mondo, o chissà, stavano preparando qualche articoletto per il blog o qualche nuovo insulto per giornalisti o per i colleghi del Consiglio Comunale.
Chissà…

PS

Erano però presente tutta la Maggioranza, dell’opposizione c’era Natale Di Santo e Luciano Lopedote, quello che a detta dei consiglieri assenti è una stampella e che rappresenta l’opposizione di SerieB.