Grazie alla convenzione Consip, vantaggi per oltre 20mila euro annui sulla gestione dell’illuminazione pubblica

Nella Giunta Comunale di Lunedì 24 Luglio, è stata approvata l’adesione alla convenzione CONSIP per Servizio Luce 3 e servizi connessi.
Nel 2012 avevamo aderito ad una simile convenzione per la gestione degli impianti di pubblica illuminazione di proprietà Comunale – Lotto 1, optando per il contratto esteso di durata novennale, ovvero sino ad aprile 2021.
Nel frattempo, dal 2012 ad oggi, sono stati realizzati nuovi impianti di pubblica illuminazione derivanti da opere pubbliche ed opere di urbanizzazione: 14 impianti per un totale di 274 lampade da gestire.
Trattandosi di impianti di nuova realizzazione non è stato previsto subito un contratto di manutenzione, potendosi avvalere della garanzia delle opere, tuttavia per l’anno 2016 e primo semestre 2017 è stato fatto un affidamento diretto di sola manutenzione per garantire le attività minime previste dal piano di manutenzione delle opere: pulizia corpi illuminanti, manutenzione sostegni e sostituzione lampade; nonché la messa in sicurezza degli impianti in caso di segnalato pericolo.
Divenuto consistente il nuovo parco lampade ed esaurita da tempo la capienza economica del Servizio Luce 3, occorre aderire alla nuova convenzione in atto di CONSIP Servizio Luce 3, come previsto dalla legge.
Pertanto il preventivo di spesa proposto per il contratto standard, principalmente fissa il canone annuo del servizio luce, per la gestione degli impianti di illuminazione pubblica di proprietà comunale, nonché di fornitura di energia per gli impianti stessi, consistente in 274 punti di illuminazione di varia tipologia e potenza, stimato con l’elenco prezzi come da gara aggiudicata secondo i parametri ISTAT, pari ad € 26.128,07 oltre I.V.A, ovvero € 31.876,25, da applicarsi ad un contratto di durata di n° 5 anni.
A fronte del canone di cui sopra, nell’ambito della convenzione CONSIP, viene individuato un piano di investimenti sugli impianti a totale carico dell’aggiudicatario, ed a titolo gratuito per l’Amministrazione, per interventi di riqualificazione energetica, manutenzione straordinaria, adeguamento a norma, adeguamento tecnologico, per un valore pari al 8,4 % circa dell’importo complessivo del contratto, corrispondente ad € 11.020,45 oltre I.V.A, ovvero € 13.444,95.
Negli ultimi 18 mesi, la spesa per la gestione dei punti luce interessati è stata di 47.4787,98 euro oltre iva, con la convenzione, la stessa spesa, sarà di 26.128,07 euro.
Un risparmio importante ed il vantaggio di una convenzione capace di intervenire sui nostri impianti in maniera puntuale e trasparente

NUOVA ILLUMINAZIONE A LED IN VIALE RADICH: PIÙ LUMINOSITÀ E MENO CONSUMI

Un investimento di 110mila euro per migliorare l’illuminazione di viale Radich. Lo ha deliberato la giunta comunale, approvando il progetto definitivo-esecutivo per l’ammodernamento e l’integrazione dell’impianto di illuminazione pubblica nel tratto compreso tra strada della Pronda e corso Torino. Saranno quindi sostituiti gli 11 pali esistenti, sufficienti per illuminare la carreggiata e aggiunti altri pali lungo i due marciapiedi tutti con illuminazione a led a basso consumo energetico, seguendo una politica di risparmio energetico che l’Amministrazione si è data come obiettivo.
Con questo intervento rispondiamo a una richiesta che i cittadini avanzano da tempo, in quanto la zona è molto frequentata, anche per la presenza di studi medici.
L’obiettivo è duplice: garantire una maggiore sicurezza agli utenti della strada e rendere più efficiente dal punto di vista energetico l’impianto esistente come previsto dal piano delle opere pubbliche per il risparmio energetico.

Pulizia piste ciclabili

Alcuni cittadini segnalano che la pista ciclabile di corso Allamano verso il Sito e Rivalta è in stato di incuria con foglie secche, rifiuti abbandonati che impediscono il passaggio e sterpi che non consentono la visuale corretta in prossimità della rotonda. Altre lamentale sono comparse sul giornale online cinturaovest.
In qualità di assessore alla mobilità sostenibile della Città di Grugliasco, insieme al sindaco, questa mattina ho provveduto a inviare una segnalazione alla Città di Torino, proprietaria per il tratto di pista dietro la Comau, e alla Città Metropolitana, proprietaria di quello verso Sito e Rivalta, chiedendo che intervengano in modo da garantire la fruibilità della pista stessa in condizioni di pulizia e, soprattutto, sicurezza.