Continua la lotta agli abbandoni abusivi di rifiuti

D_fab706c790[1]Rifiuti provenienti da Torino abbandonati in via Manzoni a Grugliasco. Li ha scoperti la Polizia Locale, guardando all’interno di un cumulo di documenti abbandonati, in particolare ricevute e fatture, proprio in via Manzoni in mezzo ad altri rifiuti. Risaliti a un nominativo, gli uomini della Polizia Locale, guidati dal comandante Massimo Penz, hanno convocato il titolare di quei documenti, apprendendo da lui che si trattava di materiale rimasto in un locale a Torino dopo una serata di gruppo e che un componente del gruppo avrebbe dovuto smaltire e non abbandonare. Individuato quindi il responsabile dell’abbandono, costui ha ammesso il proprio torto e, con l’aiuto di un’altra persona, e sotto osservazione diretta da parte della Polizia Locale ha provveduto a ripulire l’area dai rifiuti abbandonati, portandoli, sempre sotto scorta all’ecocentro di via Gorini e comminando un verbale di 300 euro.

TORNA IL NIGHT BUSTER DURANTE LE FESTE NATALIZIE ATTIVO NELLE NOTTI DEL 26, 27 E 31 DICEMBRE E A GENNAIO IL 2, 3 E 5

155011_GTT-NIGHT-BUSTER[1]Le Amministrazioni comunali di Grugliasco e Collegno hanno richiesto e ottenuto da Agenzia Mobilità Metropolitana Torino, il prolungamento della linea W15 notturna, l’ormai “famoso” Night Buster, attivato quest’anno durante il periodo estivo. La richiesta si è resa necessaria per agevolare i giovani (e non solo) all’utilizzo del trasporto pubblico locale in sostituzione dell’auto per gli spostamenti da Grugliasco e Collegno verso Torino, durante il periodo notturno.

Il bus sarà attivo nelle notti del 26, 27 e 31 dicembre 2014, e a gennaio 2015, il 2, 3 e 5 gennaio, da via Monginevro (Torino) per strada della Pronda, viale Radich, corso Torino, viale Echirolles, via Costa sul territorio di Grugliasco per arrivare a fare capolinea a Collegno in via Minghetti fronte n° 58 presso il capolinea della linea 38 (percorsi delle linee diurne 64, 76 e 38).

Il servizio avrà partenze ogni ora dalle 23,00 alle 04,00 da Collegno e dalle 24,00 alle ore 05,00 da Torino.

««Stiamo continuando ad investire nel trasporto pubblico – spiega l’assessore ai Trasporti Luigi Turco – nonostante la situazione di crisi economica degli Enti locali perché crediamo nell’utilizzo dei mezzi pubblici e nel servizio che il Night Buster offre ai ragazzi. Grazie all’Agenzia per la Mobilità Metropolitana in questo caso non avremo costi aggiuntivi e potremo avere un servizio notturno fortemente voluto dai giovani, e non solo, che vuole essere di stimolo a tutti coloro che vogliono vivere la notte in modo autonomo e senza l’uso dell’auto propria. Il costo del biglietto, sarà quello attuale urbano+suburbano e chi sarà in possesso di un abbonamento potrà usufruire del servizio senza aggiunta di costi.

Questa scelta di non aumentare il biglietto notturno e di poter usufruire dell’abbonamento, vuole incoraggiare l’utenza affinché il mezzo pubblico possa diventare parte integrante degli spostamenti anche durante la notte. In questo modo – continua Turco – si decongestionano le città dalle auto private, si viaggia più sicuri e il mezzo pubblico può diventare anche momento di aggregazione».

A CAPODANNO VIETATI I BOTTI PER NON URTARE GLI ANIMALI DOMESTICI

bottiNel Consiglio Comunale di novembre l’assessore all’Ambiente Luigi Turco ha presentato una delibera che vieta a Grugliasco lo sparo di fuochi artificiali anche in occasione della notte di Capodanno. L’esplosione dei botti augurali comporterà una sanzione amministrativa che potrà arrivare, per i trasgressori, fino a un massimo di 300 euro. «Questa limitazione – ha dichiarato l’assessore Turco – nasce dalla constatazione degli effetti di terrore e sofferenza provocati, sugli animali domestici, dalle deflagrazioni di fine anno, che si ripetono per più di un’ora. Naturalmente le manifestazioni di gioia sono benvenute, a patto che non si realizzino a scapito delle altre forme di vita. Se davvero vogliamo dirci umani abbiamo il dovere di trattare ogni altro vivente con senso di umanità».

DUE NUOVE POSTAZIONI DI BIKE SHARING IN VIA LUPO E IN VIA TIRRENO

2014.10.26 Punto bike Via Lupo  -001Cresce ancora il bike sharing a Grugliasco. Sono infatti attive da qualche giorno altre due postazioni di bike sharing, rispettivamente in via Lupo all’angolo con corso Torino con 9 bici e in Borgata Lesna in via Tirreno angolo via Di Vittorio con 7 bici. L’intervento, del costo di 55mila euro rientra nel progetto già in atto grazie al finanziamento della Regione Piemonte e non ha comportato alcuna spesa per il Comune. “Grazie a questo gioco di squadra, messo in atto tra Regione, Comuni di Grugliasco e Collegno, Patto Territoriale che ha coordinato il tutto e società ToBike siamo riusciti a ottenere queste altre due postazioni in città, – afferma l’Assessore all’Ambiente Luigi Turco – e a incrementare la rete di un servizio che funziona e che è molto utilizzato dai grugliaschesi. Ormai abbiamo coperto tutte le borgate e rinforzato il centro, che era un po’ in sofferenza con l’unica postazione di via Lanza dove mancavano spesso le biciclette. Non solo: con questa postazione nuova in corso Torino angolo via lupo serviam la zona di viale Echirolles, viale Gramsci e una parte di borgata San Francesco che erano scoperte”. In tutto, quindi, al momento sono disponibili nove postazioni su tutto il territorio cittadino per un servizio che l’Amministrazione Comunale e, in particolare, l’Assessorato all’Ambiente ha intenzione di continuare a implementare per quanto possibile: “Proseguiamo con l’idea che andare in bicicletta faccia bene alla salute e all’ambiente contemporaneamente – conclude Turco – per cui è con questo spirito che abbiamo deciso di incrementare il servizio, perché funziona ed è sempre più utilizzato e richiesto dai nostri cittadini”.

NUOVA SEZIONE DI SCUOLA DELL’INFANZIA A #GRUGLIASCO

rodariUna nuova sezione di scuola dell’infanzia per la Città di Grugliasco. É stata, infatti, accolta dalla Regione Piemonte la richiesta effettuata tramite il Comune dall’Istituto Comprensivo “Di Nanni” per l’istituzione di una nuova sezione di scuola dell’infanzia, viste le richieste di iscrizione in esubero rispetto ai posti. La nuova sezione, voluta fortemente dall’Amministrazione grugliaschese e dall’Assessorato all’Istruzione, sarà aperta presso la “Rodari”, in via Panealbo 35, che passerà così da 6 a 7 e accoglierà 27 bambini. L’istituto comprensivo “Di Nanni”, diretto da Maria Cristina Guidoni, passerà così da 11 a 12 sezioni, di cui 5 alla “Don Milani” e appunto 7 alla “Rodari”.

«Siamo soddisfatti del fatto che la Regione abbia accolto la nostra richiesta – commentano il sindaco Roberto Montà e l’Assessore all’Istruzione Marianna Del Bianco – In questo modo, infatti, dovremmo riuscire a soddisfare tutte le richieste di iscrizione alla scuola dell’infanzia da parte dei residenti all’istituto “Di Nanni”. È una risposta significativa alle esigenze delle famiglie grugliaschesi. Grazie a questa nuova apertura, le sezioni statali di scuola dell’infanzia raggiungono quota 40, a cui si affiancano le 3 paritarie, contribuendo a creare un servizio educativo sempre di elevato livello qualitativo».

Le sezioni di scuola dall’infanzia a Grugliasco sono in totale 43, di cui 3 paritarie alla “Casa di Maria” e 40 statali così suddivise: 13 al circolo “Ciari” (4 alla “Luxemburg”, 6 alla “Andersen” e 3 alla “Casalegno”), 12 all’Istituto comprensivo “Di Nanni” (7 alla “Rodari” e 5 alla “Don Milani”), 10 all’Istituto comprensivo “King”(7 alla “Bechis” e 3 alla “Morante”), 5 all’Istituto “66 Martitri” (scuola “Rosa Gunetti”).

 

IN FUNZIONE IL NUOVO IMPIANTO FOTOVOLTAICO AL NELLO FARINA: SI RISPARMIERANNO 10 TONNELLATE ALL’ANNO DI ANIDRIDE CARBONICA

nfarina

L´amministrazione comunale investe ancora una volta sulle energie rinnovabili e sul fotovoltaico. È, infatti, entrato in funzione dalla scorsa settimana l’impianto fotovoltaico, realizzato in tempi record (dal 3 al 12 giugno), sul fabbricato comunale “Nello Farina”, in via San Rocco 20, concesso in uso alla società Le Serre srl per le attività del Centro Anziani. L´impianto di potenza 16,80 KWp produrrà circa 18.976 KWp annui, evitando così l´emissione di circa 10 tonnellate all’anno di CO2 nell’ambiente e si estende su una superficie di 112 metri quadri, sul tetto del “Nello Farina” L´impianto, costato quasi 41mila euro, è entrato in funzione il 19 giugno in tempo utile al conseguimento degli incentivi statali, giunti ormai quasi al termine, grazie alla cooperazione tra la pubblica amministrazione, i dirigenti della società Le Serre srl, la STP Progetti srl di Savigliano e la D. & G. snc Impianti Elettrici di Borgo San Dalmazzo.  Queste due ultime società, sensibili all’inquinamento del pianeta, sono ormai da anni aziende leader nell’ambito delle energie rinnovabili, oltre che nell’impiantistica elettrica. «Ancora una volta un risultato concreto – affermano il sindaco Roberto Montà e l’assessore all’ambiente Luigi Turco – che conferma la strada che abbiamo intrapreso: quella di rendere gli edifici pubblici comunali indipendenti dal punto vista energetico. Il fotovoltaico è una valida alternativa ai classici carburanti inquinanti. In questo modo, con investimenti relativamente ridotti, riusciamo a far risparmiare le casse comunali e a introdurre meno anidride carbonica in atmosfera. Il progetto del fotovoltaico sui tetti degli edifici pubblici (scuole, centri civici) proseguirà ancora nel corso del 2013 e del 2014».

REFEZIONE SCOLASTICA-ISCRIZIONI DALL’1 AL 29 LUGLIO NOVITÀ NEL SISTEMA DI PAGAMENTO

L’Amministrazione Comunale insieme alla Società BioRistoro, attivano una serie dicambiamenti migliorativi con particolare attenzione:

-alla partecipazione degli utenti, attraverso il modulo della “Customers Satisfaction”;

-alla trasparenza attraverso il “Sistema WEB Genitori” e all’introduzione del conto tutore;

-all’efficienza attraverso la prenotazione “per assenza”;

-all’economicità attraverso la riduzione di ore lavoro, per la semplificazione di alcune procedure.

 

Cosa cambia

L’evoluzione del sistema prevede, il passaggio da Prepagato su Card (badge) a Pre-pagato su sistema con ricarica ad importo su conto utente (genitore-tutore). Nel passaggio alla configurazione da noi definita Prepagato su Sistema, l’attuale tessera (badge), non sarà più lo strumento utilizzato dal genitore per pagare i pasti del proprio figlio, ma sarà assegnato un codice conto identificato da una tessera con codice a barre, oppure con il codice a barre della tessera Sanitaria del tutore, ad esso saranno collegati uno o più figli aventi proprio codice identificativo e propria fascia tariffaria. Ogni qualvolta l’alunno usufruirà del servizio di refezione del Comune di Grugliasco, il relativo addebito sarà decurtato dal conto del proprio Tutore. Come funzionerà il pagamento e la prenotazione pasto? Il costo del pasto viene decurtato dal conto di ogni utente per ogni giorno di presenza alla mensa rilevato. La modalità di prenotazione avverrà per assenza, pertanto il genitore è tenuto a comunicare con chiarezza al momento della rilevazione delle presenze quando il figlio sarà assente dal servizio mensa. Il badge resterà a scuola. Le iscrizioni si apriranno il 1° luglio 2011 e termineranno il 29 luglio 2011, presso lo Sportello alla Città, P.za 66 Martiri, 2, con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 orario continuato.

I moduli per l’iscrizione sono reperibili presso:

Ufficio Scuola, Sportello alla Città, nelle segreterie delle scuole ed è scaricabile dal

sito: www.comune.grugliasco.to.it/channels.asp?arg=221&aId=870

 

TUTTA L’ESTATE CON IL NIGHT BUSTER DAL 25 GIUGNO AL 10 SETTEMBRE

Dal 25 giugno fino al 10 settembre si ritorna a viaggiare in bus anche di notte. Dopo l’ottimo successo dello scorso anno e la richiesta da parte dei giovani e dei genitori, da giugno riprende il servizio di trasporto pubblico notturno denominato “Night Buster”. Il servizio è dedicato in particolare ai giovani e a tutti i cittadini che restano in giro fino a tardi. L’Agenzia metropolitana, di concerto con la Città di Torino, i comuni della cintura e in collaborazione con Gtt, hanno deciso di riproporre il prolungamento verso l’area ovest delle linee W1 e la W15. Il percorso sarà lo stesso dell’estate scorsa:

  • linea W1 da Piazza Massaua (Torino) proseguirà fino a Piazza Martiri (Rivoli) sul percorso della linea diurna 36.
  • linea W15 da via Monginevro (Torino) proseguirà per strada della Pronda, viale Radich, corso Torino, viale Echirolles, via Costa sul territorio di Grugliasco per arrivare a fare capolinea a Collegno in piazza della Costituzione, vicino al Municipio, dove attualmente termina la corsa della linea 33 (percorsi delle linee diurne 64, 76 e 38).

«Il servizio notturno è stato fortemente voluto e richiesto dai giovani, e non solo – dichiara l’assessore ai trasporti Luigi Turco – e vuole essere di stimolo a tutti coloro che vogliono vivere la notte in modo autonomo e senza l’uso dell’auto propria». Il costo del biglietto, per raggiungere la città di Torino sarà quello attuale urbano+suburbano, mentre per raggiungere le città di Collegno e Rivoli basterà il biglietto suburbano, e chi sarà in possesso di un abbonamento potrà usufruire del servizio senza aggiunta di costi. «Questa scelta di non aumentare il biglietto notturno e di poter usufruire anche dell’abbonamento – aggiunge l’assessore – vuole incoraggiare l’utenza affinché il mezzo pubblico possa diventare parte integrante degli spostamenti anche durante la notte». Le due linee, W1 e W15, si incroceranno in via Costa/corso Francia, in modo che anche la notte, le città di Rivoli, Collegno e Grugliasco saranno collegate tra loro. In questo modo si decongestionano le città dalle auto private, si viaggia più sicuri e il mezzo pubblico può diventare anche un momento di aggregazione. «Il servizio nei mesi estivi, se riscontrerà nuovamente interesse da parte dei cittadini, – afferma Turco – l’amministrazione comunale cercherà di estenderlo dopo il periodo estivo ai grossi eventi torinesi, con l’obbiettivo finale di poter usufruire del servizio tutto l’anno.

Il servizio della linea W15 inizierà da giugno fino a settembre:

  • con partenze allo scoccare dell’ora intera (1.00, 2.00, 3.00, 4.00 e 5.00) da piazza Vittorio Veneto, come le altre linee;
  • con partenze allo scoccare dell’ora intera anche dal capolinea periferico, a Collegno, che partono a 0.00, 1.00, 2.00, 3.00 e 4,00).

 

Pronto il progetto per il parco Porporati

Il polmone verde della Città rinascerà. L’Amministrazione comunale ha, infatti, deciso di rendere definitivo il progetto di riqualificazione del centrale parco Porporati che si snoda lungo via Echirolles. Sono previsti un milione e 200mila euro e due anni di lavoro per rinnovare il parco. Tra i progetti risultano anche quasi 150mila euro per la ripavimentazione dell’area destinata ai giochi itineranti. «Il progetto preliminare per la riqualificazione del parco Porporati è l’oggetto su cui focalizzarsi – ha commentato il sindaco Marcello Mazzù – Ci saranno delle migliorie che grazie all’esperienza e alle segnalazioni ricevute dai cittadini non potranno che rendere ancora più fruibile un parco fondamentale per la Città». Il Porporati avrà una nuova area cani di piccola e grossa taglia, una nuova piazza pavimentata, un frutteto, un nuovo ricollocamento dell’area giochi, un roseto con piante aromatiche e una siepe perimetrale lungo tutta la lunghezza del parco. Saranno inoltre risistemati i vialetti, ma anche le panchine, le sculture in marmo e si interverrà sull’arredo urbano, installando nuovi cestini, nuove bacheche, nuovi cartelli indicatori, nuove fontane, nuovi punti luce più moderni, servizi igienici. Ci saranno anche due grandi aree con prato a raso, oltre alle aree sportive e di spettacolo. Mentre l’intera flora continuerà ad essere curata nei minimi dettagli inserendo un assortimento di specie arboree adeguate e corrette.

Continuano i cantieri per la riqualificazione di borgata Quaglia

Sono terminati i lavori per la realizzazione degli allacciamenti alla fognatura bianca primaria nella borgata Quaglia. I lavori, realizzati dalla Smat, per conto del Comune, hanno riguardato sia la parte pubblica sia quella privata prevedendo gli allacciamenti con la fognatura esistente in corso Torino tra le vie Giacosa, Verga, Camerana, dell’Arco, Quarto dei Mille. Coinvolte anche le vie Dante, Marzabotto, Foscolo, Manzoni e strada della Pronda, dove le tubature ora scaricheranno attraverso la ferrovia. Una seconda fase di lavori prevede la sistemazione e la realizzazione di caditoie per la raccolta superficiale dell’acqua. Il costo complessivo dell’opera è di oltre 2 milioni e 150mila euro. «Si tratta di un’opera storica per Grugliasco – afferma l’assessore ai lavori pubblici Luigi Musarò – Erano troppi anni che i residenti della zona ci chiedevano un intervento per allacciare alla fognatura principale le tubature degli edifici esistenti in borgata Quaglia. Oggi siamo riusciti a mettere in pratica le promesse fatte». Ma tutta borgata Quaglia è sottoposta ad un importante intervento di restyling: dal sistema fognario, appunto, alla sostituzione delle condotte dell’acqua e al rifacimento di tutte le strade. Sotto questo aspetto, dopo mesi di sperimentazione si sta procedendo con la realizzazione della nuova rotonda in strada della Pronda/corso Adriatico per rendere più fluido il traffico.

via InGrugliasco