Articoli con tag grugliasco

NUOVA SEZIONE DI SCUOLA DELL’INFANZIA A #GRUGLIASCO

rodariUna nuova sezione di scuola dell’infanzia per la Città di Grugliasco. É stata, infatti, accolta dalla Regione Piemonte la richiesta effettuata tramite il Comune dall’Istituto Comprensivo “Di Nanni” per l’istituzione di una nuova sezione di scuola dell’infanzia, viste le richieste di iscrizione in esubero rispetto ai posti. La nuova sezione, voluta fortemente dall’Amministrazione grugliaschese e dall’Assessorato all’Istruzione, sarà aperta presso la “Rodari”, in via Panealbo 35, che passerà così da 6 a 7 e accoglierà 27 bambini. L’istituto comprensivo “Di Nanni”, diretto da Maria Cristina Guidoni, passerà così da 11 a 12 sezioni, di cui 5 alla “Don Milani” e appunto 7 alla “Rodari”.

«Siamo soddisfatti del fatto che la Regione abbia accolto la nostra richiesta – commentano il sindaco Roberto Montà e l’Assessore all’Istruzione Marianna Del Bianco – In questo modo, infatti, dovremmo riuscire a soddisfare tutte le richieste di iscrizione alla scuola dell’infanzia da parte dei residenti all’istituto “Di Nanni”. È una risposta significativa alle esigenze delle famiglie grugliaschesi. Grazie a questa nuova apertura, le sezioni statali di scuola dell’infanzia raggiungono quota 40, a cui si affiancano le 3 paritarie, contribuendo a creare un servizio educativo sempre di elevato livello qualitativo».

Le sezioni di scuola dall’infanzia a Grugliasco sono in totale 43, di cui 3 paritarie alla “Casa di Maria” e 40 statali così suddivise: 13 al circolo “Ciari” (4 alla “Luxemburg”, 6 alla “Andersen” e 3 alla “Casalegno”), 12 all’Istituto comprensivo “Di Nanni” (7 alla “Rodari” e 5 alla “Don Milani”), 10 all’Istituto comprensivo “King”(7 alla “Bechis” e 3 alla “Morante”), 5 all’Istituto “66 Martitri” (scuola “Rosa Gunetti”).

 

IN FUNZIONE IL NUOVO IMPIANTO FOTOVOLTAICO AL NELLO FARINA: SI RISPARMIERANNO 10 TONNELLATE ALL’ANNO DI ANIDRIDE CARBONICA

nfarina

L´amministrazione comunale investe ancora una volta sulle energie rinnovabili e sul fotovoltaico. È, infatti, entrato in funzione dalla scorsa settimana l’impianto fotovoltaico, realizzato in tempi record (dal 3 al 12 giugno), sul fabbricato comunale “Nello Farina”, in via San Rocco 20, concesso in uso alla società Le Serre srl per le attività del Centro Anziani. L´impianto di potenza 16,80 KWp produrrà circa 18.976 KWp annui, evitando così l´emissione di circa 10 tonnellate all’anno di CO2 nell’ambiente e si estende su una superficie di 112 metri quadri, sul tetto del “Nello Farina” L´impianto, costato quasi 41mila euro, è entrato in funzione il 19 giugno in tempo utile al conseguimento degli incentivi statali, giunti ormai quasi al termine, grazie alla cooperazione tra la pubblica amministrazione, i dirigenti della società Le Serre srl, la STP Progetti srl di Savigliano e la D. & G. snc Impianti Elettrici di Borgo San Dalmazzo.  Queste due ultime società, sensibili all’inquinamento del pianeta, sono ormai da anni aziende leader nell’ambito delle energie rinnovabili, oltre che nell’impiantistica elettrica. «Ancora una volta un risultato concreto – affermano il sindaco Roberto Montà e l’assessore all’ambiente Luigi Turco – che conferma la strada che abbiamo intrapreso: quella di rendere gli edifici pubblici comunali indipendenti dal punto vista energetico. Il fotovoltaico è una valida alternativa ai classici carburanti inquinanti. In questo modo, con investimenti relativamente ridotti, riusciamo a far risparmiare le casse comunali e a introdurre meno anidride carbonica in atmosfera. Il progetto del fotovoltaico sui tetti degli edifici pubblici (scuole, centri civici) proseguirà ancora nel corso del 2013 e del 2014».

REFEZIONE SCOLASTICA-ISCRIZIONI DALL’1 AL 29 LUGLIO NOVITÀ NEL SISTEMA DI PAGAMENTO

L’Amministrazione Comunale insieme alla Società BioRistoro, attivano una serie dicambiamenti migliorativi con particolare attenzione:

-alla partecipazione degli utenti, attraverso il modulo della “Customers Satisfaction”;

-alla trasparenza attraverso il “Sistema WEB Genitori” e all’introduzione del conto tutore;

-all’efficienza attraverso la prenotazione “per assenza”;

-all’economicità attraverso la riduzione di ore lavoro, per la semplificazione di alcune procedure.

 

Cosa cambia

L’evoluzione del sistema prevede, il passaggio da Prepagato su Card (badge) a Pre-pagato su sistema con ricarica ad importo su conto utente (genitore-tutore). Nel passaggio alla configurazione da noi definita Prepagato su Sistema, l’attuale tessera (badge), non sarà più lo strumento utilizzato dal genitore per pagare i pasti del proprio figlio, ma sarà assegnato un codice conto identificato da una tessera con codice a barre, oppure con il codice a barre della tessera Sanitaria del tutore, ad esso saranno collegati uno o più figli aventi proprio codice identificativo e propria fascia tariffaria. Ogni qualvolta l’alunno usufruirà del servizio di refezione del Comune di Grugliasco, il relativo addebito sarà decurtato dal conto del proprio Tutore. Come funzionerà il pagamento e la prenotazione pasto? Il costo del pasto viene decurtato dal conto di ogni utente per ogni giorno di presenza alla mensa rilevato. La modalità di prenotazione avverrà per assenza, pertanto il genitore è tenuto a comunicare con chiarezza al momento della rilevazione delle presenze quando il figlio sarà assente dal servizio mensa. Il badge resterà a scuola. Le iscrizioni si apriranno il 1° luglio 2011 e termineranno il 29 luglio 2011, presso lo Sportello alla Città, P.za 66 Martiri, 2, con il seguente orario: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 orario continuato.

I moduli per l’iscrizione sono reperibili presso:

Ufficio Scuola, Sportello alla Città, nelle segreterie delle scuole ed è scaricabile dal

sito: www.comune.grugliasco.to.it/channels.asp?arg=221&aId=870

 

TUTTA L’ESTATE CON IL NIGHT BUSTER DAL 25 GIUGNO AL 10 SETTEMBRE

Dal 25 giugno fino al 10 settembre si ritorna a viaggiare in bus anche di notte. Dopo l’ottimo successo dello scorso anno e la richiesta da parte dei giovani e dei genitori, da giugno riprende il servizio di trasporto pubblico notturno denominato “Night Buster”. Il servizio è dedicato in particolare ai giovani e a tutti i cittadini che restano in giro fino a tardi. L’Agenzia metropolitana, di concerto con la Città di Torino, i comuni della cintura e in collaborazione con Gtt, hanno deciso di riproporre il prolungamento verso l’area ovest delle linee W1 e la W15. Il percorso sarà lo stesso dell’estate scorsa:

  • linea W1 da Piazza Massaua (Torino) proseguirà fino a Piazza Martiri (Rivoli) sul percorso della linea diurna 36.
  • linea W15 da via Monginevro (Torino) proseguirà per strada della Pronda, viale Radich, corso Torino, viale Echirolles, via Costa sul territorio di Grugliasco per arrivare a fare capolinea a Collegno in piazza della Costituzione, vicino al Municipio, dove attualmente termina la corsa della linea 33 (percorsi delle linee diurne 64, 76 e 38).

«Il servizio notturno è stato fortemente voluto e richiesto dai giovani, e non solo - dichiara l’assessore ai trasporti Luigi Turco – e vuole essere di stimolo a tutti coloro che vogliono vivere la notte in modo autonomo e senza l’uso dell’auto propria». Il costo del biglietto, per raggiungere la città di Torino sarà quello attuale urbano+suburbano, mentre per raggiungere le città di Collegno e Rivoli basterà il biglietto suburbano, e chi sarà in possesso di un abbonamento potrà usufruire del servizio senza aggiunta di costi. «Questa scelta di non aumentare il biglietto notturno e di poter usufruire anche dell’abbonamento – aggiunge l’assessore - vuole incoraggiare l’utenza affinché il mezzo pubblico possa diventare parte integrante degli spostamenti anche durante la notte». Le due linee, W1 e W15, si incroceranno in via Costa/corso Francia, in modo che anche la notte, le città di Rivoli, Collegno e Grugliasco saranno collegate tra loro. In questo modo si decongestionano le città dalle auto private, si viaggia più sicuri e il mezzo pubblico può diventare anche un momento di aggregazione. «Il servizio nei mesi estivi, se riscontrerà nuovamente interesse da parte dei cittadini, – afferma Turco – l’amministrazione comunale cercherà di estenderlo dopo il periodo estivo ai grossi eventi torinesi, con l’obbiettivo finale di poter usufruire del servizio tutto l’anno.

Il servizio della linea W15 inizierà da giugno fino a settembre:

  • con partenze allo scoccare dell’ora intera (1.00, 2.00, 3.00, 4.00 e 5.00) da piazza Vittorio Veneto, come le altre linee;
  • con partenze allo scoccare dell’ora intera anche dal capolinea periferico, a Collegno, che partono a 0.00, 1.00, 2.00, 3.00 e 4,00).

 

Pronto il progetto per il parco Porporati

Il polmone verde della Città rinascerà. L’Amministrazione comunale ha, infatti, deciso di rendere definitivo il progetto di riqualificazione del centrale parco Porporati che si snoda lungo via Echirolles. Sono previsti un milione e 200mila euro e due anni di lavoro per rinnovare il parco. Tra i progetti risultano anche quasi 150mila euro per la ripavimentazione dell’area destinata ai giochi itineranti. «Il progetto preliminare per la riqualificazione del parco Porporati è l’oggetto su cui focalizzarsi - ha commentato il sindaco Marcello Mazzù – Ci saranno delle migliorie che grazie all’esperienza e alle segnalazioni ricevute dai cittadini non potranno che rendere ancora più fruibile un parco fondamentale per la Città». Il Porporati avrà una nuova area cani di piccola e grossa taglia, una nuova piazza pavimentata, un frutteto, un nuovo ricollocamento dell’area giochi, un roseto con piante aromatiche e una siepe perimetrale lungo tutta la lunghezza del parco. Saranno inoltre risistemati i vialetti, ma anche le panchine, le sculture in marmo e si interverrà sull’arredo urbano, installando nuovi cestini, nuove bacheche, nuovi cartelli indicatori, nuove fontane, nuovi punti luce più moderni, servizi igienici. Ci saranno anche due grandi aree con prato a raso, oltre alle aree sportive e di spettacolo. Mentre l’intera flora continuerà ad essere curata nei minimi dettagli inserendo un assortimento di specie arboree adeguate e corrette.

Continuano i cantieri per la riqualificazione di borgata Quaglia

Sono terminati i lavori per la realizzazione degli allacciamenti alla fognatura bianca primaria nella borgata Quaglia. I lavori, realizzati dalla Smat, per conto del Comune, hanno riguardato sia la parte pubblica sia quella privata prevedendo gli allacciamenti con la fognatura esistente in corso Torino tra le vie Giacosa, Verga, Camerana, dell’Arco, Quarto dei Mille. Coinvolte anche le vie Dante, Marzabotto, Foscolo, Manzoni e strada della Pronda, dove le tubature ora scaricheranno attraverso la ferrovia. Una seconda fase di lavori prevede la sistemazione e la realizzazione di caditoie per la raccolta superficiale dell’acqua. Il costo complessivo dell’opera è di oltre 2 milioni e 150mila euro. «Si tratta di un’opera storica per Grugliasco – afferma l’assessore ai lavori pubblici Luigi Musarò – Erano troppi anni che i residenti della zona ci chiedevano un intervento per allacciare alla fognatura principale le tubature degli edifici esistenti in borgata Quaglia. Oggi siamo riusciti a mettere in pratica le promesse fatte». Ma tutta borgata Quaglia è sottoposta ad un importante intervento di restyling: dal sistema fognario, appunto, alla sostituzione delle condotte dell’acqua e al rifacimento di tutte le strade. Sotto questo aspetto, dopo mesi di sperimentazione si sta procedendo con la realizzazione della nuova rotonda in strada della Pronda/corso Adriatico per rendere più fluido il traffico.

via InGrugliasco

Parco di via S. Gregorio : nuovo polmone verde di Borgata Paradiso

Sarà a breve il nuovo parco di via San Gregorio a ridosso della stazione ferroviaria di corso Adriatico, a Borgata Paradiso. Il Parco costituisce un nuovo spazio verde di circa 11mila metri quadri direttamente connesso con la copertura pensile dell’edificio commerciale previsto. È caratterizzato da un’area rialzata che consente l’attraversamento dello spazio, il passaggio al parcheggio interrato e l’accesso diretto alla sopraelevata (e di conseguenza alla passerella di attraversamento del tracciato ferroviario. Gli accessi al parco sono disposti in corrispondenza dei principali attraversamenti pedonali che consentono l’ingresso agli edifici residenziali. La parte più vicina a via Vandalino è pianeggiante ed è caratterizzata dalla presenza di inserti di pavimentazione che assumono anche il ruolo di spazi di sosta ospitando delle sedute collocate all’ombra di filari di gelso. L’attraversamento del parco a partile da via Vandalino fino alla piazza sopraelevata dell’edificio commerciale è garantita da un percorso perdonale realizzato in cemento rigato, consentendo il passaggio delle biciclette e dei disabili. Inoltre quest’area è attraversata da un sistema di salite e gradini sul lato di via Riesi e via San Gregorio. Queste portano ad una piccola piazza da cui godere della vista del parco. La parte centrale del parco è costituita da un ampio spazio in cui sostare, sdraiarsi e prendere il sole. Presenti anche aree ombreggiate grazie alla presenza di numerosi gruppi alborei collocati geometricamente lungo le zone in pendenza. «La scelta delle specie vegetali, monospecifiche per tutto il parco – affermano l’assessore all’ambiente Federica Petrucci e l’assessore all’urbanistica Luigi Montiglio - fonda le sue radici nella tradizione storica del comune di Grugliasco quale protagonista nel campo della manifattura della seta. Un riferimento storico, ma che è ancora fortemente presente nella memoria degli abitanti più anziani». Non tutti sanno l’importanza delle bealere a Grugliasco. Proprio una di queste scorre ancora al di sotto della strada a nord della parte pianeggiante del parco. E proprio questo tipico canale agricolo verrà utilizzato per alimentare l’impianto di irrigazione per la nuova area verde di Borgata Paradiso.

Grugliasco: Nonostante la crisi si investe

«Il bilancio del nostro Comune è sano nei suoi principi fondamentali, presenta un basso indebitamento, ha una alta liquidità e presenta una alta potenzialità di erogare servizi». Ha esordito così Roberto Montà l’assessore al Bilancio alla presentazione del documento programmatico di previsione, più importante dell’anno. Nonostante i tagli ai trasferimenti e il Patto di stabilità Grugliasco investe per favorire nuove imprese e nuovi progetti. «Abbiamo in banca 10 milioni di euro che il Patto di stabilità ci impedisce di usare – spiega Montà – per questo abbiamo deciso di cercare una banca che con noi abbia voglia di investire sul futuro e sul lavoro. Da un welfare dei diritti a un welfare delle opportunità. Finanzieremo insieme progetti di giovani o di ditte già attive – garantisce l’assessore – noi mettiamo i soldi ma chiediamo come contropartita sviluppo e occupazione». Questa una delle novità del bilancio 2011. «Bilancio che per i tagli dei trasferimenti scende da 26 a 24 milioni di euro» dichiara il sindaco Marcello Mazzù. E di conseguenza scendono anche gli investimenti che passano da circa 7 a 3,5 milioni. «Ma per rispondere alle esigenze della città abbiamo altre soluzioni – confida – le opere le facciamo fare o a scomputo degli oneri di urbanizzazione oppure facendo permute». Un esempio? «Permutiamo la scuola Pascoli con opere viarie - conferma -. Per aggirare il Patto ricorriamo a forme che ricordano il baratto». Tutto pur di non fermare la città. Ma nonostante tutto anche il 2011 si chiuderà con un avanzo di 2,7 milioni. «Soldi che non possiamo toccare, però questo non incide sulle imprese che lavorano per noi – continua Roberto Montà -. Anzi, noi siamo scesi a 37 giorni per i pagamenti dei fornitori». Inoltre il Comune non aumenterà imposte e tasse: «Anzi, lavoriamo per ridurre l’indebitamento, passato da 33 a 26 milioni – confessa Montà -, così ogni abitante qui ha un “debito” di 600 euro per abitante del 2007 ai 550 attuali». «Pensiamo alle generazioni future – ammonisce Mazzù – vogliamo lasciare servizi, non debiti». Anche nel Comune si risparmia, senza lasciare a casa neanche chi ora lavora a tempo determinato. «Il turn-over è bloccato, eccetto per i vigili» dice Montà. Un altro capitolo sono le dismissioni. «Venderemo la farmacia di Lesna e stiamo riflettendo sulla cessione della Nove, che gestisce il teleriscaldamento – conferma Mazzù – ridurremo il parco auto e venderemo otto alloggi in via Cravero, il milione che ricaveremo lo investiremo per migliorare le strutture comunali e risparmiare. Ad esempio, per riscaldare di sera solo le palestre e non le aule vuote». Il tutto andrà a beneficio dei cittadini che non si vedranno aumentare le tasse e le tariffe e nemmeno i servizi. L’obiettivo è la ricerca del contenimento della spesa e il recupero dell’efficacia e dell’efficienza oltre alla lotta all’evasione.

RIMBORSI ABBONAMENTI GTT ENTRO IL 26 NOVEMBRE

Anche quest’anno il Comune rimborsa agli studenti che già non usufruiscano di altre agevolazioni una parte del costo dell’abbonamento G.T.T. per i mezzi pubblici. Si tratta rispettivamente di rimborsi di 38 euro per l’abbonamento all’intera rete e di 25 euro per la rete urbana. Il rimborso avverrà su domanda dell’interessato che dovrà presentare la fotocopia del versamento presso lo Sportello alla Città, dove è disponibile anche la modulistica. Per quanti hanno effettuato il pagamento dell’abbonamento immediato in contanti, il rimborso potrà essere richiesto entro il 26 novembre 2010, per chi effettua il pagamento rateale dell’abbonamento, potrà essere richiesto dopo il versamento dell’ultima rata, e precisamente entro il 20 maggio 2011.

MISURE MONETARIE STRAORDINARIE DI SOSTEGNO AL REDDITO DEI CITTADINI RESIDENTI CHE HANNO PERSO IL LAVORO DOMANDE FINO AL 12 NOVEMBRE

Sono state indette misure monetarie straordinarie di sostegno al reddito dei cittadini residenti che hanno perso il lavoro a partire dal 1° gennaio 2010.
Possono partecipare:
1) Disoccupati/e (ex lavoratori/lavoratrici precari/precarie)
- a seguito di contratti naturalmente scaduti a partire dal 01/01/2010 ovvero il cui contratto è stato interrotto dall’azienda prima della scadenza contrattuale prevista;
- di età compresa tra i 25 ed i 49 anni, ovvero di età inferiore ai 25 anni a condizione che abbiano costituito nucleo famigliare autonomo o che rappresentino l’unica fonte di reddito per il nucleo famigliare di appartenenza;
2) Disoccupati/e
- che hanno perso un lavoro a tempo indeterminato a partire dal 01/01/2010,
- di età compresa tra i 25 ed i 49 anni, ovvero di età inferiore ai 25 anni a condizione che abbiano costituito nucleo famigliare autonomo o che rappresentino l’unica fonte di reddito per il nucleo famigliare di appartenenza;
3) Disoccupati/e
- che hanno compiuto 50 anni di età alla data di presentazione della domanda di richiesta di partecipazione al bando;
- che sono senza lavoro a partire dal 01/01/2010;
4) Lavoratori autonomi, titolari di ditte individuali, che abbiano cessato l’attività (comprovata da idonea documentazione) a partire dal 01/01/2010

Ulteriori requisiti:
a) essere residente nel Comune di Grugliasco almeno dal 01/01/2010;
b) essere in possesso della cittadinanza italiana, ovvero per i cittadini stranieri di avere la residenza nel comune di Grugliasco da almeno 5 anni;
c) avere un ISEE uguale o inferiore ai 15 mila euro (ricalcolato al momento della presentazione della domanda solo nel caso il cittadino documenti una variazione di reddito);
d) essere iscritto al CPI da almeno sei mesi;
e) non percepire ammortizzatori sociali (indennità di disoccupazione ordinaria, indennità di mobilità, cassa integrazione ordinaria, straordinaria o in deroga, o altre forme di sostegno al reddito pubbliche);
f) essere consapevole del fatto che l’ammissione al contributo è subordinata alla verifica dei requisiti di cui sopra e alla capienza del fondo;
g) essere consapevole del fatto che il contributo potrà essere erogato ad uno solo dei componenti di uno stesso nucleo famigliare;

Quando e dove presentare la domanda

Le domande dovranno essere compilate e sottoscritte esclusivamente presso l’Ufficio Politiche Attive del Lavoro – di piazza Matteotti, 50 dall’11 ottobre al 12 novembre con orario dalle 9 alle 12. Le domande potranno essere presentate da un solo componente per nucleo famigliare.

Per informazioni telefonare ai numeri 011 4013325 – 4013329

Torna all'inizio