MARONI LEGGA QUESTO ELENCO!

Maroni legga, davanti a dieci milioni di telespettatori, questo elenco di insulti di vario tipo dei leghisti nei confronti del genere umano, se ne ha il coraggio. Ecco L’elenco:

  • Gli immigrati bisognerebbe vestirli da leprotti per fare pim pim pim col fucile. (Giancarlo Gentilini, vice sindaco di Treviso)
  • Meglio noi del centrodestra che andiamo con le donne, che quelli del centrosinistra che vanno con i culattoni. (Umberto Bossi, ministro delle Riforme per il Federalismo)
  • Quegli islamici di merda e le loro palandrane del cazzo! Li prenderemo per le barbe e li rispediremo a casa a calci nel culo! (Mario Borghezio, europarlamentare)
  • Agli immigrati bisognerebbe prendere le impronte dei piedi per risalire ai tracciati particolari delle tribù. (Erminio Boso, europarlamentare)
  • La civiltà gay ha trasformato la Padania in un ricettacolo di culattoni. (Roberto Calderoli, ministro della Semplificazione Normativa)
  • Gli omosessuali devono smetterla di vedere discriminazioni dappertutto. Dicano quello che vogliono, la loro non è una condizione di normalità. (Flavio Tosi, sindaco di Verona)
  • Nella vita penso si debba provare tutto tranne due cose: i culattoni e la droga. (Renzo Bossi, consigliere regionale della Lombardia)
  • Gli omosessuali? La tolleranza ci può anche essere ma se vengono messi dove sono sempre stati… anche nelle foibe. (Giancarlo Valmori, assessore all’ambiente di Albizzate)
  • A Gorgo hanno violentato una donna con uno scalpello davanti e didietro. E io dico a Pecoraro Scanio che voglio che succeda la stessa cosa a sua sorella e a sua madre. (Giancarlo Gentilini, vice sindaco di Treviso)
  • Carrozze metro solo per milanesi. (Matteo Salvini, eurodeputato)
  • Sono stato, sono e rimarrò un razzista secondo le ultime direttive UE poichè credo, e aspetto smentita da quei pochi che mi leggono, che certe notizie riportate solo da Il Giornale definiscano chiaramente che tra razza e razza c’è e ci deve essere differenza. (Giacomo Rolletti, assessore all’ambiente di Varazze)
  • Gli sciacalli vanno fucilati. Bisogna dare alle forze dell’ordine l’autorità di provvedere all’esecuzione sul posto. Ci vuole la legge marziale. (Leonardo Muraro, presidente della provincia di Treviso)
  • Darò immediatamente disposizioni alla mia comandante affinché faccia pulizia etnica dei culattoni. (Giancarlo Gentilini, vice sindaco di Treviso)
  • I disabili nella scuola? Ritardano lo svolgimento dei programmi scolastici, più utile metterli su percorsi differenziati. (Pietro Fontanini, presidente della provincia di Udine)
  • Siamo in un Paese libero, o no? E poi la cosa che mi fece più arrabbiare non furono le botte, ma gli insulti. Ebreo. A me. Capito? (Mario Borghezio, eurodeputato)
  • E’ un reato offrire anche solo un the caldo ad un immigrato clandestino. (Luca Zaia, presidente della regione Veneto)
  • Viva la famiglia e abbasso i culattoni! (Roberto Calderoli, ministro della Semplificazione Normativa)
  • Rispediamo gli immigrati a casa in vagoni piombati. (Giancarlo Gentilini, vice sindaco di Treviso)
  • Finché ci saremo noi, i musulmani non potranno pregare in comunità. (Marco Colombo, sindaco di Sesto Calende)
  • Vergognati, extracomunitario! (Loris Marini, vicepresidente della sesta circoscrizione di Verona)
  • Se ancora non si è capito essere culattoni è un peccato capitale. (Roberto Calderoli, ministro della Semplificazione Normativa)
  • Parcheggi gratis per le famiglie, esclusi stranieri e coppie di fatto. (Roberto Anelli, sindaco di Alzano)
  • Voglio la rivoluzione contro i campi dei nomadi e degli zingari: io ne ho distrutti due a Treviso. (Giancarlo Gentilini, vice sindaco di Treviso)
  • E’ proprio per questo che invito ad assumere trevigiani: i meridionali vengono qua come sanguisughe. (Leonardo Muraro, presidente della provincia di Treviso)
  • Se non ci sarà il federalismo, ci potrà essere la secessione. (Roberto Castelli, vice ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti)
  • Noi ci lasciamo togliere i canti natalizi da una banda di cornuti islamici di merda. (Mario Borghezio, eurodeputato)
  • Le nozze miste, in linea di massima, durano poco e producono più danni che fortune. (Marco Rondini, deputato)
  • L’immigrato non è mio fratello, ha un colore della pelle diverso. Cosa facciamo degli immigrati che sono rimasti in strada dopo gli sgomberi? Purtroppo il forno crematorio di Santa Bona non è ancora pronto. (Piergiorgio Stiffoni, senatore)
  • Siamo stanchi di sentire in tv parlare in napoletano e romano. (Luca Zaia, presidente della regione Veneto)
  • Se dovessimo celebrare in Friuli Venezia Giulia i 150 anni dovremmo issare sul pennone la bandiera austro-ungarica. (Edouard Ballaman, presidente del Consiglio Regionale del Friuli Venezia Giulia)
  • Fermiamo per un anno le vendite di case e di attività commerciali a tutti gli extracomunitari. (Matteo Salvini, eurodeputato)
  • E’ inammissibile che anche in alcune zone di Milano ci siano veri e propri assembramenti di cittadini stranieri che sostano nei giardini pubblici. (Davide Boni, capodelegazione nella giunta regionale della Lombardia)
  • I gommoni degli immigrati devono essere affondati a colpi di bazooka. (Giancarlo Gentilini, vice sindaco di Treviso)

La chiesa con la tessera

La campagna elettorale volge al termine e tutti avete notato che su questo blog, tra ieri ed oggi, sono comparsi articoli che riguardano alcune cose successe in una chiesa di Grugliasco. Sia ben chiaro, non stiamo facendo come  recita oggi l’articolo di Stampa, Peppone contro Don Camillo, altrimenti non si potrebbero giustificare gli interventi a favore della chiesa da parte della nostra amministrazione. Si sta soltando mettendo fine ad una situazione imbarazzante. Non è poco tempo che fedeli praticanti, si lamentano infatti di omelie pesanti e di posizioni politiche espresse durante la messa ma non solo, volantini fatti girare nell’ambiente ed inviti al voto. L’ultimo atto di questa triste commedia è stata l’organizzazione di un incontro elettorale con i cittadini, all’interno della struttura ecclesiastica, sponsorizzata anche con una newsletter ad hoc!
La cosa più triste di tutte, a mio avviso, è vedere un uomo di chiesa, fare campagna elettorale per un leghista. Devo anche spiegare chi sono i leghisti? Forse in molti lo hanno dimenticato, userò quindi wikipedia per rinfrescare la memoria degli smemorati: Continue reading

LA SOCIETA DEI MAGNACCIONI

(ANSA) – TORINO, 11 GEN – ‘E’ scandalosa, se e’ confermata, la notizia secondo cui la Commissione Bilancio della Camera avrebbe approvato un emendamento al decreto anticrisi che esenta Roma dal Patto di stabilita’ per gli investimenti in infrastrutture per i prossimi due anni’. Lo afferma il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino.

‘Dopo aver regalato a Roma 500 milioni senza essere mai riusciti a dimostrarne l’esigenza reale – aggiunge Chiamparino – si consente alla capitale di investire senza vincoli per altri due anni, con la motivazione del presidente Giorgetti che ‘cosi’ puo’ finanziare le nuove linee della metropolitana’. Mi chiedo se i leghisti, dopo averci disgustato per anni con lo slogan ‘Roma ladrona’, ora siano passati a tenere il sacco’.

Il sindaco sottolinea poi come ‘tutte le citta’ abbiano in corso progetti infrastrutturali importanti (Milano per il 2015, Torino per il passante ferroviario, Napoli, Bologna, Firenze per le metropoliane)’. ‘Si allarghi anche ad esse quel provvedimento – conclude Chiamparino – in caso contrario il sospetto che per questo governo esistono figli e figliastri sara’ legittimo’.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=KpHjpbRE1n4[/youtube]

bene e male settimanale

In realtà era un po di tempo che volevo creare questa rubrica, però poi, tra una cosa e l’altra non trovavo mai il tempo per farlo, oggi, complice il clima di relax che mi sono creato, ho deciso di iniziare. In pratica catalogo le persone, i fatti e le cose che hanno caratterizato nel bene e nel male la settimana.

Male:

AGOSTINO GHIGLIA: la sua demagogia è infinita, la polemica tanto inutile quanto sterile sulla questione neve è ridicola, dovrebbe munirsi di pala e spalare la neve di quanti privati non lo hanno ancora fatto!

VINCENZO CHIEPPA: si accoda anche lui alla polemica neve, mentre il primo fa demagogia, lui invece parla e lo fa solo per parlare! Sergio C. non è troppo impegnato a fare il ministro ombra, anzi!

LEGA NORD: non è facendo pagare il permesso di soggiorno che si regolarizza l’immigrazione

ONU: non dico niente!

HAMAS: non è questa la linea da seguire

ISRAELE: idem come per HAMAS

FRANCESCO RUTELLI: a dire stronzate siamo tutti bravi!

GOVERNO BERLUSCONI: alla fine vende Alitalia ad AirFrance e ci guadagna anche meno della proposta iniziale

GOVERNO BERLUSCONI: approvato il decreto Gelmini

Bene:

AN: giusta la risposta alla LEGA in materia di immigrazione

OBAMA: dichiara: “Ideali alti, mai più la tortura”, ora speriamo che ai comunicati, seguano i fatti

FACEBOOK: se non ha ancora superato i giornali, poco ci manca, oramai i giornali come fonti ufficiali si attengono a quanto scritto su FB

MISTER Y:(dato che MISTER X è il presunto acquirente del TORO) che con un atto di coraggio ha denunciato il Pizzo

LUIGI NICOLAIS: evviva il rinnovamento

ROBERTO PLACIDO: nonostante le critiche di qualche novello Beria, la sua campagna di comunicazione è elogiata dai massimi studiosi del settore

PAOLO HUTTER: è l’unico che, per parlare di neve, ne dice una giusta!