Cota e il premier uniti da uno zero in geografia

Posted by

LaStampa

«Sulla Tav sarebbe meglio che Berlusconi parlasse meno e agisse di più a partire dal finanziare quello che deve finanziare visto che a gennaio 2009 firmò un impegno (300 milioni) per sistemare il “nodo” di Torino: stiamo ancora aspettando». Mercedes Bresso commenta così le dichiarazioni di Silvio Berlusconi che dal palco di piazza del Popolo a Roma ha incoronato Roberto Cota come il presidente del Piemonte che «finalmente farà partire l’alta velocità». E aggiunge: «Abbiamo capito cosa unisce Cota e Berlusconi: non conoscono la geografia. Il leghista ha sbagliato i confini del Piemonte e ieri il premier ha parlato di alta velocità che “unirà l’Atlantico al Pacifico”. Lisbona, città da cui parte il corridoio europeo ferroviario che passa a Torino, effettivamente si affaccia sull’Atlantico, ma Kiev, dove la linea dovrebbe approdare, si trova in Ucraina ad alcune migliaia di chilometri dal Pacifico».

Leave a Reply