I lavoratori Rai da Saitta

Posted by

“Non nascondo la mia preoccupazione per le sorti della Rai a Torino. E’ chiaro che per promuovere un’azione incisiva serve intervenire su una certa debolezza del Sistema Piemonte: per questo ho scritto a Cota e a Chiamparino per sollecitare un accordo che ci consenta di aprire un tavolo tecnico con la Rai”.

Con queste parole il Presidente della Provincia di Torino Antonio Saitta ha accolto nella mattinata di venerdi 1° ottobre, nella Sala Giunta di Palazzo Cisterna, una delegazione di lavoratori Rai, che hanno consegnato le 10.000 firme raccolte a favore della petizione in difesa del servizio pubblico. La petizione era stata sottoscritta dai cittadini nei banchetti allestiti durante le manifestazioni e i presidi che hanno accompagnato in questi mesi la mobilitazione degli addetti dell’azienda.

La delegazione ha ribadito il proprio impegno e la propria disponibilità per sviluppare al massimo le potenzialità della sede torinese, salvaguardando i posti di lavoro oggi in forse e insieme la qualità del servizio pubblico.

“L’incontro con il Presidente della Rai Galimberti della scorsa settimana è stato molto utile” ha spiegato Saitta “Anche lui ha convenuto che la situazione di Torino non è delle migliori. Ed ha suggerito di compiere un’azione di lobby, un’azione trasversale che coinvolga sia le istituzioni che i poteri economici affinché sia chiaro e forte l’interesse del territorio al ruolo locale della Rai. Se a Milano le cose vanno meglio, è perché questa azione c’è stata. Per questo ho mandato una lettera al Presidente della Regione e al Sindaco di Torino per arrivare ad un accordo istituzionale che apra le porte ad una trattativa efficace con la Rai. Spero di trovare in loro la nostra stessa determinazione”

Leave a Reply