INTERRUZIONE PROGRAMMATA DELL’ENERGIA ELETTRICA: PRONTO IL PIANO DI EMERGENZA DEL COMUNE PER GARANTIRE CORRENTE AGLI EDIFICI COMUNALI

Posted by

Grugliasco corre ai ripari per martedì mattina quando Enel, la società di distribuzione dell’energia elettrica sul territorio della Città, ha previsto una completa ed estesa interruzione di fornitura elettrica, pianificata per l’area immediatamente a est di piazza Matteotti/viale Giustetti, nel centro della Città, tra le 8,30 e le 13 del 16 gennaio.

L’Ufficio Impianti e protezione civile del Comune ha elaborato una pianificazione operativa, necessaria a far fronte all’interruzione elettrica che riduce eventuali problemi alle attività quotidiane.

Gli edifici comunali interessati all’interruzione di fornitura elettrica sono:

-il municipio (entrambi gli edifici in piazza Matteotti e in piazza 66 Martiri) ;

-edificio “ex Maristi” in piazza Matteotti che comprende il nuovo Sportello Unico, la sede dei Vigili del fuoco volontari, la biblioteca, gli uffici delle Politiche sociali

-la centrale termica unificata e sottocentrali termiche sempre di piazza Matteotti

-l’asilo nido “Allende” e la scuola materna “Rodari” in via Panealbo.

Non saranno coinvolte dall’interruzione di corrente la struttura per anziani villa Audifredi e la scuola Europa Unita, così come gli altri edifici pubblici nelle vicinanze.

La protezione civile del Comune, proprio come in caso di forti emergenze o calamità, metterà a disposizione i gruppi elettrogeni (G.E.) a gasolio disponibli: uno fisso per il palazzo municipale (nuova e vecchia sede); un gruppo carrellato comunale (15 kW trifase) e un gruppo carrellato concesso dal comune di Collegno (25 kW trifase).

Per la continuità elettrica e quindi per garantire che non manchi corrente ed energia elettrica, la Protezione civile di Grugliasco ha previsto un vero e proprio piano alimentando, mediante i generatori elettrici, i seguenti edifici che, quindi, AVRANNO ENERGIA ELETTRICA:

-il municipio (entrambi gli edifici) ;

-lo sportello unico

-la centrale termica unificata e sottocentrali termiche.

I restanti edifici

-vigili del fuoco

-biblioteca (che sarà chiusa al mattino, ma aperta al pomeriggio)

-gli uffici delle Politiche sociali

-due scuole (l’asilo nido “Allende” e la scuola materna “Rodari” in via Panealbo)

NON AVRANNO ENERGIA ELETTRICA con il conseguente blocco delle reti informatiche, degli impianti antincendio/antintrusione (con attivazione in continuo delle segnalazioni ottico/acustiche), blocco del riscaldamento e possibile interruzione parziale o completa delle reti telefoniche fisse.

L’asilo nido “Allende” sarà chiusa al mattino nel periodo in cui non ci sarà corrente elettrica, ma riaprirà dalle 13, mentre la scuola materna “Rodari” ha deciso di rimanere aperto e garantirà i servizi compresi la mensa scolastica.

Le attività di connessione ai generatori saranno attuate a partire dalle 8 del 16 gennaio.

Al termine dell’emergenza saranno effettuate le attività di ripristino e i controlli agli impianti. Ovviamente nel periodo interessato, il personale del Servizio Impianti e Protezione civile sarà prioritariamente impegnato per la corretta attuazione del piano operativo.

«Gli uffici hanno preparato il piano di emergenza in pochissimo tempo visto che l’Enel ci ha avvisato solo giovedì nel tardo pomeriggio – spiega il sindaco Roberto Montà – Abbiamo cercato di garantire i servizi a tutti i cittadini, grazie ai generatori e ai gruppi elettrogeni disponibili chiedendone anche uno a comune di Collegno non chiudendo il Municipio con oltre 250 dipendenti e lo Sportello Unico che continuerà ad offrire tutti i servizi. I disagi saranno ridotti al minimi e solo per mezza giornata. Ci scusiamo con i cittadini e le famiglie per eventuali difficoltà che potrebbero crearsi anche se la nostra squadra di tecnici, che ringrazio fin d’ora, sarà operativa per ridurli al minimo».

Leave a Reply