Manifestazione Si tav

Posted by

Ieri c’è stata la manifestazione Si Tav, la stessa che mi ha portato via tanto tempo libero in questi giorni. Ora mi pare giusto e doveroso fare dei bilanci.
Ho visto il video di Bertola ed ho provato tanta tenerezza, apre con l’annuncio del Tg3 e le immagini della sala con ancora tanti spazi vuoti. E’ vero, proprio perchè molti sono arrivati dalla val di susa, sono arrivati più tardi, ed è inutile far vedere i dati contenuti sul sito, perchè la configurazione della sala, l’ho scelta io fermandola a 700 posti. La cifra indicata sul sito infatti, esprime una capienza indicativa, poi però, la si può modulare secondo le proprie necessità, tenendo conto delle misure di sicurezza, le stesse che hanno portato i responsabili di Lingotto a chiudere la sala, una volta superato le mille persone all’interno, lasciandone diverse fuori. Bisogna quindi sommare i posti a sedere più tutti i posti da in piedi.
Questa foto, esprime bene il concetto che tento di spiegare. Si vedono chiaramente le persone sui lati. Bisognerebbe calcolare anche quante persone possono stare alzate al fianco della platea a sedere. Non essendo ingegnere, non mi metto a fare calcoli azzardati, mi limito molto umilmente ad accettare i dati che mi sono stati dati dalla struttura che conosce bene la sala e due conti li sa fare!
Sempre per informare bene il Bertola, posso assicurare che i valsusini arrivati non erano solo quei 5 con le bandiere (che poi erano ben più di 5 e lui lo sa…), ci tengo a precisare che ben 2 pullman sono arrivati dalla valle, più altre macchinate. Per quanto riguarda lo striscione, ebbene si, ne hanno uno solo, è vietato? Essendo un consorzio di imprese senza colore politico, hanno pensato bene di andare anche alla conferenza stampa del pdl al pomeriggio. Non ci trovo proprio nulla di strano. Per quanto riguarda Sortino, quello di far irritare la gente è il suo mestiere e tutti lo sanno, tranne forse Mercedes che si è irritata quando lui faceva finta di non conoscere o di omettere alcune informazioni. Mi dispiace quindi che si faccia il taglia e cuci delle interviste secondo le proprie necessità. Sempre Sortino, ha intervistato anche l’on.Esposito che essendo più giovane e conoscendo il personaggio, si è divertito a farsi intervistare senza mai cadere in polemica con lui.
Per quanto riguarda gli argomenti, mi dispiace che bertola si comporti come un bambino fingendo di non trovarne, perchè ci sono stati eccome. Ne cito uno su tutti? Quello che mi è sembrato più simpatico, l’esempio che ha fatto un rappresentante degli agricoltori, lamentandosi che gli algerini, tramite la spagna, fanno arrivare i loro prodotti in tutta europa prima degli italiani.
Per quanto riguarda i manifesti appesi al bordo dello schermo videoproiettato, tengo a specificare, che sono stati messi li da cittadini senza un credo politico, ma accomunati da senso civile. Sono rimasto sorpreso pure io!
Devo poi ammettere che nel tempo, le culture e le buone usanze si perdono. Molti democratici ad esempio, hanno perso la cultura della manifestazione di piazza se non fondamentale, pure io, piano piano sto perdendo quella che invece anni fa era un’usanza sacrosanta. Soprattutto perchè nel caso come la tav, non si capisce perchè si debba fare una manifestazione per esprimere parere favorevole all’esecuzione dell’opera. Non ho infatti mai visto manifestazioni a favore della metropolitana o alla costruzione di altre opere. Mai. Quella di ieri è stata la prima volta!
Per chiudere poi ci terrei a manifestare la totale soddisfazione di tutti gli organizzatori per una mattinata popolata, serena e ricca di contenuti. Non era infatti nei nostri intenti cercare una prova di forza. Anzi!!
L’ultimissima nota, la vorrei esprimere per i ragazzi che hanno contestato in maniera circense.
Infatti, su segnalazione del servizio d’ordine, sono andato a parlare con i 4 ragazzi no tav. Gli ho assicurato il posto in sala senza alcun problema e gli ho anche garantito la possibilità di intervento. Mi dispiace quindi dover constatare che la mancanza di contenuti è stata sopperita da un simpaticissimo naso rosso. Avrebbero potuto parlare ma non lo hanno fatto. Scelte!

3 comments

  1. mi fai sempre più schifo…sei solo un servo che merita di fare la fine dei servi!
    Crepa coglione anzi crepa chiacchere & distintivo (sai è il nome che ti hanno dato in maratona no???)

  2. Buongiorno,
    Ho letto la sua descrizione e la trovo proprio in linea con il modo di pensare dei si-tav: rifuggere completamente i numeri ed i dati di fatto, od al più interpretarli in modo forzoso e fornire indicazioni errate.
    Trovo patetico il cercare di dimostrare il raggiungimento delle 1000 persone (a cui peraltro non credo, pur ammettendo i 700 posti a sedere è banale contare le persone in piedi), ma non è questo il punto.
    L’affermazione che trovo più ridicola è il “Ben 2 pullman sono arrivati dalla valle più altre macchinate”, che equivalgono (sempre che fossero pieni) a poco più di 100 persone.
    Veramente lo ritiene un successo ? Ha almeno una vaga idea di quante persone (quelle sì per la maggior parte Valsusini) il giorno prima hanno liberamente e spontaneamente (e senza alcun rendiconto economico) affrontato 4 ore al freddo per andare a manifestare il proprio dissenso ? Si è chiesto quante delle persone presenti al suo convegno sarebbero state disponibili a fare la stessa cosa ? Chi tra questi direttamente interessati è la maggioranza ?
    Sarei curioso di conoscere da lei i motivi della realizzazione di quest’opera, se supportati da cifre reali. Perchè non se ne è minimamente accennato in tale sede, lasciando invece ampio spazio ai soliti (falsi) slogan “Il TAV porta lavoro”, “Se non si fa il Piemonte è isolato”, …
    Le comunico che esiste già una linea ferroviaria Torino-Lione. Mi sa dire quante tonnellate di merci sono transitate nella linea attuale gli scorsi anni, e quante ne potrebbero transitare prima di saturarla ? Visto che è ingegnere non avrà dificoltà a fare un grafico, e poi mi spieghi perchè vuole fare il TAV.
    A proposito: TAV è l’abbreviazione di “Treno ad Alta Velocità“, quindi vuole l’articolo maschile.

  3. Ciao Davide, il giorno che porterai anche solo 1000 persone a ribadire una cosa ovvia e scontata, chiamami!
    Per quanto riguarda la breve lezione d’italiano, ti ringrazio, in ogni caso, quando si parla di tav, si abbrevia come linea tav, quindi femminile!

Leave a Reply