semplice punto della situazione

Posted by

Non è mia abitudine guardare nel cortile del vicino, questa volta però lo faccio perchè l’argomento tocca direttamente tutti Noi!

Che succede nel PDL?

Il partito nato dal pradellino di un’automobile (straniera oltretutto) tramite la fusione a freddo di Forza Italia, Alleanza Nazionale, parte della galassia DC ed altri partitini, è imploso. Succede che a mischiare le tradizioni politiche con quelle affaristiche prima o poi si fa il botto. E botto fu!

Succede che all’interno del PDL, il capo dei capi, sia una specie di delinquente, indagato per diversi motivi. Lui che fa? Uno alla volta, risolve i suoi problemi con la giustizia, creando delle leggi che fanno in modo, per dirla alla Caterina Caselli che nessuno lo possa giudicare! Dopodichè vengono fatte altre leggi che incitano all’evasione fiscale ed all’abusivismo: vedi i vari condoni e lo scudo fiscale. Poi sempre il padrone ed i suoi amici stretti, fondano nuove logge massoniche, considerano eroi dei boss mafiosi, limitano fortemente la libertà di stampa, tolgono la protezione ai collaboratori di giustizia, provano a limitare se non vietare l’uso delle intercettazioni telefoniche, organizzano feste facendo spostare gli ospiti con voli di stato a carico del contribuente, candidano soubrette, showgirl ed escort in barba alla meritocrazia affindando loro anche incarichi importanti, provano a fare la compravendita di politici così come si fa nel calcio, prendono contatti e fanno eleggere uomini simpatici alla camorra, alla mafia ed alla ‘ndrangheta, vengono coinvolti in scandali di tangenti come quelli che hanno visto i lavori alla Maddalena, a L’Aquila, l’eolico in Sardegna e tante altro porcate. Insomma, questi per anni, hanno pensato di fare tutto quello che gli piaceva, senza curarsi minimamente di legalità, di regole, di rispetto dello stato. Un giorno, uno vecchio destrissimo, si ribella a questo mal costume. Non è che Fini tutto d’un tratto si converte, cambia idea o cosa, semplicemente, smette di fare il suddito valletto al soldo del Capo.

Ora succede che il PDL si scinde in due parti, gli affaristi (business e poltrone) Berlusconiani che restano nel partito ed i Finiani che preferiscono occuparsi (sempre da destra) di politica uscendo da quello che è diventato oramai un movimento d’affari.

Ora potrebbero succedere diverse cose:

  • Berlusconi inizia a preoccuparsi dei problemi dell’Italia (e non solo ai suoi) in modo che Fini possa restare al suo fianco (un altro ragionamento andrebbe poi fatto sul come potrebbe risolvere questi problemi) senza far cadere il governo.
  • Berlusconi, continua a farsi i fatti suoi tutelando i malaffari dei suoi amichetti ed i Finiani votano la sfiducia al governo
  • Berlusconi, che si rende conto di essere inutile, di non avere più una maggioranza e che Fini aumenta il proprio consenso decide di dimettersi.

In ogni caso, la soluzione è un cambiamento, di premier o anche solo di priorità! In ognuno dei casi, come ha detto bene oggi Bersani, c’è bisogno di un governo transitorio che si occupi di welfare, di lavoro e che riscriva la legge elettorale.

Leave a Reply